Moda sostenibile e moda emozionale: ecco perché bisogna tornare a provare l’emozione per ciò che indossiamo

moda sostenibile

La frenesia che caratterizza il nostro tempo ti porta a fare molti gesti automatici: la mattina ti alzi, ti vesti e vai a lavoro. La sera fai un altro cambio d’abito prima della palestra o dell’aperitivo con gli amici e ti sembra di non avere mai “nulla da metterti”.

Poi nel weekend arriva spesso quel desiderio di fare shopping, di essere alla moda o semplicemente di avere quel maglioncino che hai visto nella vetrina di una grande catena: entri nel negozio per comprarlo ed esci con cinque capi di cui non avevi bisogno.

Questo meccanismo si ripete così, settimana dopo settimana, apparentemente incontrollato e alimenta non solo la produzione eccessiva di capi d’abbigliamento, ma anche lo spreco di risorse del nostro pianeta.

Infatti, un aspetto che spesso non consideri è l’impatto ambientale causato dallo smaltimento di tonnellate e tonnellate di vestiti di qualità medio-bassa che passano di moda dopo una stagione.

Ti fermi mai a riflettere sul valore dei vestiti che indossi ogni giorno?

Sei tu che scegli loro o sono loro che “scelgono” te?

Quale immagine trasmetti agli altri con gli abiti che indossi?

E soprattutto sei anche tu vittima del fast fashion, ma vorresti invertire la rotta facendo scelte più ecologiche e responsabili per il futuro del nostro pianeta?

Se la risposta è sì, in questo articolo troverai molti spunti da cui iniziare. Scoprirai infatti perché è importante provare delle emozioni per i capi che indossi e come è possibile indossare abiti più ecosostenibili.

Moda sostenibile 2

Come scegli i tuoi vestiti?

Tutti gli anni la stessa storia: stai facendo il cambio di stagione e ti rendi conto che non ti ricordavi di avere almeno il 50% dei vestiti presenti nel tuo guardaroba.

Molti li hai messi una volta, moltissimi hanno addirittura ancora l’etichetta e a guardarli bene non li indosseresti mai.

Infatti, se ti fermi un attimo a riflettere, ti accorgerai che ogni due o tre settimane indossi sempre le stesse combinazioni di vestiti, fatta eccezione di qualche new entry. Nel frattempo il tuo armadio sta per esplodere, tanti sono i vestiti inutilizzati.

Tu però non sostituiresti con nulla al mondo quella maglia nera stilosa (e ormai piena di buchi rattoppati) che ti ha accompagnato in così tanti momenti importanti.

A tutto questo c’è una spiegazione.

I vestiti che indossi con una certa frequenza sono stati scelti da te, con il cuore. Sono quelli che, oltre alla loro utilità, ti fanno sentire te stesso ed esprimono agli altri chi sei veramente.

Tutti gli altri capi stipati nei meandri del tuo armadio ti hanno “scelto”. Questo vuol dire che li hai acquistati senza desiderarli o senza che ci fosse un bisogno reale.

Magari sei stato influenzato da una pubblicità ben studiata o dalla FOMO (“Fear of Missing Out”, cioè la paura di essere tagliato fuori) della moda, che cambia continuamente per mantenere o aumentare i numeri degli acquisti.

Moda sostenibile 3

La psicologia della moda

Uscire dalle logiche del mercato della moda usa e getta è possibile, ad esempio grazie a un tipo di moda etica e creata per durare nel tempo, chiamata slow fashion (termine inglese che significa “moda lenta”).

Ricordati inoltre che nessuno ci impone come vestirci e che tutti i tuoi vestiti preferiti sono legati a momenti o sensazioni che hai provato quanto li hai indossati.

La psicologia della moda, un ramo della psicologia che studia le relazioni tra identità e abbigliamento, ti può aiutare a fare chiarezza su alcune dinamiche.

Secondo recenti studi, che ribaltano il famoso detto “l’abito non fa il monaco”, ogni abito è un simbolo.

Questo significa che è possibile agire sul nostro stato d’animo e quello di chi ci sta intorno semplicemente scegliendo i capi che indossiamo.

Vestiti formali come tailleurs, tacchi e tubini fanno aumentare la fiducia delle donne in sé stesse e rappresentano la femminilità, a prescindere dalla taglia e dallo stile.

Abiti larghi e comodi esprimono un desiderio di riservatezza e al contempo di piena libertà.

Anche i colori che scegliamo comunicano qualcosa riguardo a noi stessi e possono suscitare determinati sentimenti in noi o in chi ci guarda.

Ecco alcuni esempi:

  • nero: colore delle situazioni formali per eccellenza. Rimanda all’inconscio, cioè alla nostra parte più “oscura”. Esprime una sensazione di autorità e dominio.
  • blu: chi indossa questo colore è una persona sensibile che sa trasmettere agli altri pace e accoglienza.
  • verde: l’amante del verde è una persona equilibrata e riflessiva. Inoltre, indossare il verde calma le menti molto attive e allenta la tensione prima di affrontare una prova.
  • rosso: il colore dei re e dell’amore. Conferisce fiducia nelle proprie capacità a chi lo indossa ed esprime una personalità positiva e di successo.
  • giallo: se indossi il giallo sei uno spirito libero e pieno di energia. Ottimista e brillante, il tuo carisma è contagioso.

Quindi, quando scegli un capo di un determinato colore stai più o meno consapevolmente esprimendo te stesso e le tue emozioni.

Al contrario, le pile di abiti inutilizzati nel tuo armadio non rispecchiano per forma e colori la tua personalità.

Dunque è necessario ricominciare ad assecondare di più le nostre emozioni nel scegliere i vestiti che indossiamo: la naturale conseguenza di questa scelta sarà un guardaroba meno pieno, ma utilizzato al 100%.

Moda sostenibile 4

La moda emozionale: una scelta responsabile per la salvaguardia dell’ambiente

Seguire un approccio emozionale nel scegliere i vestiti che indossiamo ha molti vantaggi:

  • gli sprechi economici dovuti all’acquisto di abiti usa e getta nei “fast food” della moda diminuiscono almeno del 50%.
  • questi risparmi possono essere utilizzati, tra le altre cose, per comprare abiti di maggiore qualità, più sostenibili e duraturi nel tempo.
  • quando siamo affezionati a un abito, difficilmente lo butteremo via dopo una sola stagione. Il ciclo di vita dei vestiti che indossiamo diventa così più lungo e rilasceremo meno scarti e rifiuti nell’ambiente circostante.

Dopo alcuni anni l’usura del tempo sarà visibile anche sui nostri capi più amati.

Certamente, alcuni rimarranno nella scatola dei ricordi e ci faranno sorridere ogni volta che li riprenderemo in mano.

Per quanto riguarda gli altri, invece, avremo la tentazione di buttarli. Ma a questo problema si presenta una valida alternativa.

Infatti, negli ultimi anni la moda etica e sostenibile ha fatto passi da gigante, elaborando un sistema di recupero e riciclo dei tessuti che è ecosostenibile al 100%!

Ad esempio, noi di Rifò, attraverso il ciclo rigenerato, produciamo capi e accessori di alta qualità, tutti derivati da fibre riciclate e rigenerate.

Inoltre, i nostri capi sono stati disegnati per durare nel tempo molto di più rispetto ai tessuti di prima mano attualmente in commercio. Questo è il messaggio che abbiamo voluto passare con il nostro nuovo video di cui in questo articolo trovi le immagini.

In questo modo i tuoi vestiti vecchi non saranno mai dispersi nell’ambiente ma rinasceranno attraverso cicli di lavorazione a basso impatto ambientale e potranno rientrare a far parte del tuo guardaroba nei modelli e colori che più ti piacciono.

Moda sostenibile 5

Conclusioni

In questo articolo hai scoperto come sia possibile invertire la rotta del fast fashion, semplicemente seguendo una serie di piccoli accorgimenti nella vita di tutti i giorni.

Ascoltando le tue emozioni, saprai scegliere vestiti in modo più consapevole e il tuo impatto sull’ambiente diminuirà notevolmente.

Se poi vorrai condividere queste nuove abitudini con le persone che incontri ogni giorno, da un piccolo cambiamento se ne potrebbe generare uno enorme!

Ricordati di non sottovalutare mai il potere del passaparola.

E per i tuoi vestiti usati ricordati dei tessuti rigenerati che noi di Rifò produciamo con una particolare attenzione alla qualità e al dettaglio.

Donare un tuo capo usato e indossarne uno rigenerato firmato Rifò in cashmere rigenerato ti trasmetterà l’emozione di aver fatto e di poter fare, concretamente e nel quotidiano, qualcosa di buono per il pianeta e per il futuro dei suoi abitanti.

Vuoi dare un’occhiata ai nostri prodotti? Visita allora il nostro store!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *