Le certificazioni ambientali: cosa sono e quali ha ricevuto Rifò

GRS cerificato

I danni che l’uomo che sta portando al pianeta terra sono ormai cosa nota.

Veniamo a scoprire ogni giorno notizie riguardanti le gravi conseguenze ambientali causate dal cambiamento climatico, provocato direttamente dall’uso improprio delle risorse naturali del pianeta.

Parte della popolazione sta diventando consapevole di questo importantissimo tema, cosciente del fatto che il nostro futuro è direttamente dipendente dalle nostre azioni.

Non sono solo i privati a interessarsi a questo argomento ma anche le aziende che hanno compreso quanto il rispetto per l’ambiente possa incidere sulla loro esistenza.

In questi ultimi anni sono sempre di più le realtà che hanno messo al primo posto il rispetto per l’ambiente e si sono posizionate nella categoria di green marketing.

L’obiettivo di queste imprese è quello di dare vita a prodotti o servizi che abbiano un basso impatto ambientale e che possano allo stesso tempo dare un beneficio reale al benessere del pianeta.

Tutto questo ha creato anche la realtà totalmente opposta del greenwashing.

Sempre di verde si tratta, ma questa volta non è marketing bensì letteralmente una “verniciata di verde”, con lo scopo di mimetizzare un’azienda nel tentativo di farla passare come rispettosa dell’ambiente.

Ti starai sicuramente chiedendo cosa dovrai fare per riconoscere un’azienda che sia realmente eco-friendly.

La risposta a questa domanda sono le certificazioni ambientali. Ora seguimi e scopriamo insieme cosa sono e come riconoscerle.

Andiamo!

Cosa sono le certificazioni ambientali?

Una certificazione ambientale è un attestato nel quale viene certificato l’impegno di un’organizzazione per il rispetto dell’ambiente.

L’azienda che di spontanea volontà decide di ottenere la certificazione è obbligata a dotarsi di un sistema di gestione ambientale, il quale deve essere verificato da parte di un ente accreditato.

All’interno di questo sistema sono presenti processi, procedimenti e strumenti dei modelli presentati dall’azienda.

Quali sono le certificazioni ambientali?

La prima cosa importante da tenere a mente è che non è sufficiente che su una scatola siano presenti le parole “naturale” o “bio” per far sì che quel prodotto sia conforme alla caratteristiche.

Le certificazioni sono di due tipi: di processo e di prodotto.

Le certificazioni di processo hanno il compito di attestare la realizzazione di azioni positive e di miglioramento dell’ambiente durante il processo di gestione dell’azienda.

Due dei maggiori esempi di queste sono la ISO 140001 e la EMAS.

Le certificazioni di prodotto invece fanno riferimento alla caratteristiche di un articolo:

  • Etichette ambientali: basate su criteri ecologici ritenuti fondamentali.
  • Autodichiarazioni ambientali: riportano informazioni ambientali e definiscono determinati vincoli che devono essere rispettati
  • Dichiarazioni ambientali di prodotto: procurano dati che riguardano il profilo ambientale di un articolo tramite il ciclo di vita.

Le certificazioni di Rifò

Le certificazioni ricevute da Rifò sono GRS e OEKO TEX.

La sigla GRS sta per Global Recycle Standard e si occupa di certificare le attività manifatturiere e quei prodotti ricavati dal riciclo.

Tramite questo standard, che viene promosso da una delle più importanti organizzazioni che si occupano di promuovere lo sviluppo sostenibile nel settore tessile, viene sottolineata l’importanza del riciclaggio e del consumo sostenibile.

La certificazione viene rilasciata soltanto dopo che sono stati controllati il contenuto dei materiali da riciclo e il rispetto dei criteri ambientali e sociali durante la produzione.

L’OEKO-TEX è una certificazione che riguarda le materie prime, i semilavorati e i prodotti finiti, sempre per quanto riguarda il settore tessile. Sono diversi gli argomenti che vengono presi in considerazione:

  • Regolamentazioni di legge come coloranti azoici, formaldeide, cadmio, nichel, ecc.
  • Sostanze chimiche per la salute
  • Classi di sostanze rilevanti per l’ambiente
  • Requisiti della normativa americana per il piombo

Questo standard permette al consumatore di avere la certezza di acquistare un prodotto che abbia un livello di sicurezza alto ed efficace. I criteri utilizzati sono i più esigenti e severi sia in campo nazionale che internazionale.

Perché un’azienda dovrebbe ottenere una certificazione ambientale?

Sono diversi i motivi per i  quali un’azienda dovrebbe impegnarsi a rispettare l’ambiente e quindi richiedere una certificazione.

Qui trovi un elenco dei principali:

  • Valorizzazione dell’adeguamento al progresso tecnologico
  • Verifica continua del rispetto della normativa ambientale
  • Ottenimento di semplificazioni e agevolazioni
  • Agevolazioni di vario tipo per l’impresa

Conclusioni

Arrivato alla conclusione di questo articolo sono più che sicuro che ora sei in grado di distinguere un’azienda eco-friendly da una che di verde ha solo il nome.

È fondamentale quindi che prima di comprare qualsiasi prodotto, tu sia sicuro che questo derivi da una realtà che non distrugga l’ambiente.
Come ci ricorda il famoso proverbio, non è tutto oro ciò che luccica.

Se vuoi non avere alcun dubbio per i tuoi vestiti, la scelta da fare è sicuramente quella di rivolgerti a Rifò.

Visita il nostro store e scopri la meravigliosa possibilità di vestirti per qualsiasi stagione indossando capi che ti permettono di non inquinare l’ambiente e di dare fiducia a una realtà italiana veramente eco-friendly, che spicca in termini di qualità.

Che aspetti? 

Scegli Rifò!