Bucato eco-sostenibile: come lavare i vestiti senza sprechi

lavare i panni in modo sostenibile

Il tipo di abbigliamento che vestiamo e come ce ne prendiamo cura ha un impatto molto importante sull’ambiente.

Sicuramente sei già a conoscenza dei danni che la moda fast sta causando al pianeta. Probabilmente però non sai quante conseguenze derivano dal modo in cui lavi i tuoi vestiti.

Non ti preoccupare non abbiamo intenzione di dirti che dovrai fare a meno della lavatrice. Chi ci riuscirebbe?

Però ci sono delle di azioni che ti possono permettere di fermare lo spreco di acqua ed energia, ridurre l’inquinamento dell’ambiente e anche di risparmiare qualche soldo. Anche questo rientra nell’ambito dell’eco-sostenibilità nel mondo fashion.

Mettiti comodo. Andiamo a scoprire insieme come lavare i vestiti in maniera sostenibile.

Cosa vuol dire lavare i vestiti in modo sostenibile?

Utilizzare la lavatrice è una delle azioni quotidiane che facciamo in maniera automatica, senza pensare alle conseguenze che potrebbe avere sull’ambiente.

Errore: in realtà, buona parte dell’impronta di carbonio di un capo deriva, oltre che dalla sua produzione, da come viene gestito dopo il suo acquisto, per il suo lavaggio e la sua asciugatura. 

La lavatrice e l’asciugatrice consumano infatti una grande quantità di energia. Alcuni prodotti utilizzati per lavare i capi contengono sostanze chimiche che fanno male al pianeta e alla cute delle persone. Un esempio su tutti è l’ammorbidente, un prodotto composto in prevalenza da sostanze chimiche che creano un film protettivo sul capo che finirà a contatto con la pelle, oltre che in mare.  

Quindi lavare in maniera smart e eco-sostenibile significa ridurre il più possibile tutte queste azioni che danneggiano l’ambiente che ci circonda, sprecare meno energia e risorse importanti, utilizzare detersivi eco-friendly e spendere meno denaro.

Consigli pratici per fare (o non fare) lavatrici evitando gli sprechi e l’inquinamento

Ecco una lista di consigli pratici che ti aiuteranno a trasformare il tuo modo di fare il bucato limitando l’impronta di carbonio:

  • Utilizza più volte un capo prima di lavarlo. Impara a non mettere a lavare un capo che hai indossato soltanto una volta. Un paio di pantaloni per esempio, puoi utilizzarli tre o quattro volte. Questa azione ti permetterà di risparmiare energia, oltre ad allungare la vita del tuo indumento, le cui fibre si indeboliscono con il lavaggio.
  • Evita l’asciugatrice. Uno strumento che ha cambiato le nostre vite, diventando un gesto automatico, ma che consuma una grande quantità di energia è l’asciugatrice. Non abusarne, quando il sole splende in estate, o in inverno nelle ore più calde del giorno, stendi i panni fuori. 
  • Scegli detersivi bio e naturali. Diversi detergenti contengono componenti dannosi per il pianeta, che una volta utilizzato nella lavatrice finirà nel mare. Un esempio possono essere i fosfati o elementi che derivano dal petrolio, ma anche i conservanti e i profumi che non migliorano il prodotto ma servono solo a renderne piacevole l’utilizzo. Inizia a leggere le etichette dei prodotti che acquisti e ad evitare queste sostanze. Assicurati inoltre che siano biodegradabili. I detersivi bio inoltre fanno bene al portafoglio: sono economici e costano generalmente meno dei marchi più conosciuti.
  • Lava a mano. Non aver paura, non vogliamo dirti di buttare la tua lavatrice e metterti a lavare a mano tutti gli indumenti. Capita però spesso di far andare la lavatrice per pochissimi capi, in quei casi puoi lavarli a mano e utilizzare l’acqua fredda quando lo fai. Prediligi questa modalità di lavaggio soprattutto quando si tratta di capi delicati, come i nostri maglioncini in cashmere
  • Utilizza i mezzi carichi quando hai pochi capi da lavare. Ricollegandoci al punto precedente, consigliamo di accendere la lavatrice solo quando hai un carico completo di capi, così riduci il consumo di acqua e di elettricità e permetti all’elettrodomestico di funzionare alla massima efficienza. Inoltre ti consigliamo di utilizzare la lavatrice durante le ore serali perché l’energia costa di meno, dato che è meno richiesta durante quel lasso di tempo.
  • Meno acqua calda. Usa l’acqua calda solo quando è strettamente necessario, altrimenti opta per quella fredda. Questa scelta riduce il consumo di energia. I normali detersivi sono efficaci già a 30 gradi, opta per temperature più alte solo se devi affrontare macchie impegnative.
  • No al lavaggio a secco. A questo tipo di lavaggio vengono associati prodotti chimici che danneggiano l’ambiente. Puoi trovare diverse alternative, come per esempio dei detergenti specifici o le pulizie “a umido”.
  • Utilizza rimedi naturali. In base alla macchia che si è formata sul tuo capo esistono diverse combinazioni naturali in grado di farla sparire. Per una macchia di grasso puoi usare un mix composto da farina di mais, sale e bicarbonato, che devono essere utilizzati in parti uguali. Per una macchia d’erba, immergi il capo nell’aceto e aggiungi acqua e bicarbonato. Mescola e il risultato sarà garantito.

lavare vestiti ecosostenibile 2

Conclusioni

Visto? Niente di incredibile, sono i piccoli accorgimenti che ti permetteranno di fare fare il bucato in modo sostenibile.

Sappiamo bene che le scelte che facciamo ogni giorno incidono sul futuro del nostro pianeta e sulla salute di chi ci abita.

Vedrai che ti abituerai facilmente al nuovo modo di lavare i tuoi capi e una volta che avrai iniziato a fare scelte di consumo sostenibili non riuscirai più a fermarti. Soprattutto quando ti accorgerai dei soldi che stai risparmiando e del favore che stai facendo all’ambiente.

Butta nel cestino le tue vecchie abitudini e inizia subito con uno stile smart ed eco-sostenibile!

E se vuoi davvero vivere in un modo ancora più eco-friendly, non limitarti al lavaggio smart ma indossa anche capi di vestiario rigenerati. Visita il nostro store online per saperne di più sui capi di moda sostenibile Rifò.