Moda sostenibile e moda emozionale: ecco perché bisogna tornare a provare l’emozione per ciò che indossiamo

moda sostenibile

Il consumismo e l’esigenza di cambiare spesso abito ci porta ad acquistare e indossare capi molto frequentemente, anche senza una vera necessità.
Questo meccanismo alimenta non solo la produzione eccessiva di capi d’abbigliamento, ma anche lo spreco di risorse del nostro pianeta.
Sei anche tu vittima del fast fashion?
Se la risposta è sì, in questo articolo troverai molti spunti da cui iniziare per invertire la tua rotta. Scoprirai infatti perché è importante provare delle emozioni per i capi che indossi e come è possibile indossare abiti più ecosostenibili.

Lana ecosostenibile: cosa è e perché è importante riconoscerla

lana sostenibile

La ricerca di alternative alle fibre artificiali piene di sostanze chimiche è diventata fondamentale per ottenere capi d’abbigliamento sostenibili e ridurre l’impatto ambientale sul nostro pianeta.

In questo contesto la lana sta tornando sempre più sotto i riflettori.

Ma quali sono le proprietà e i vantaggi della lana? E in quali casi possiamo definire la lana che indossiamo come ecosostenibile?

In questo articolo risponderemo a queste e altre domande. Scopriremo insieme il mondo della lana e le sue varianti ecosostenibili.

Cotone rigenerato: cosa è e tutti i vantaggi di questo tessuto

cotone rigenerato

Il cotone è una delle fibre tessili più inquinanti, lo sapevi che per produrre una singola t-shirt, attualmente si utilizzano circa 2.700 litri d’acqua? Per capire meglio di quanto sia, pensa che è la stessa quantità di acqua che beve una persona adulta in 2 anni e mezzo e di vita.
Dopo 4 mesi di ricerche abbiamo trovato una soluzione che ci permette di realizzare un cotone “eco-friendly”: il cotone rigenerato! Diversamente da un cotone vergine, quest’ultimo permette un risparmio di risorse naturali consumando allo stesso tempo scarti tessili e bottigliette di plastica che spesso vengono trattate come rifiuto e non come risorsa.